Le sue proprietà benefiche
per la salute

Un cocktail antiossidante

La cipolla contiene polifenoli in notevole quantità, soprattutto la varietà gialla, ricca di quercetina! Si tratta di un composto oggetto di ampi studi sulla prevenzione del cancro e la riduzione del colesterolo.

La cipolla contiene anche:

  • vitamina C  
  • potassio
  • vitamina B9
  • fibre e, in particolare, inulina

È un alimento tonificante, che sviluppa un’azione antisettica e antinfettiva.

Qual è il momento
giusto per mangiarla?

Da settembre ad aprile

La cipolla è disponibile tutto l’anno, ma la sua stagione va da settembre ad aprile

.

  • gennaio
  • febbraio
  • marzo
  • aprile
  • maggio
  • giugno
  • luglio
  • agosto
  • settembre
  • ottobre
  • novembre
  • dicembre

Orto o
balcone di città?

La cipolla è una pianta bulbosa perenne, che predilige un terreno leggero, ben drenato e un’esposizione in pieno sole.

Per maggiori informazioni sulla coltivazione della cipolla, consultate la sezione dedicata esclusivamente à ces conseils.

Scelta
e conservazione

Per scegliere le cipolle:

  • Devono essere sode, con tuniche brillanti e prive di macchie o germogli.

Per conservare le cipolle:

  • Sempre al riparo dalla luce e all’asciutto, per evitare la formazione dei germogli.
  • In frigorifero: 1 settimana per la cipolla nuova.

Piccoli trucchi
e consigli pratici

Preparazione della cipolla…

Innanzitutto occorre pelarla… poi tagliarla, tritarla, ridurla a fettine o a cubetti. Con un coltello e abilità manuale, la cipolla è in poco tempo pronta per l’uso.

Trucco per pelare le cipolle senza piangere! Sciacquate la cipolla pelata sotto l’acqua o lasciatela qualche minuto nel freezer. La molecola responsabile della lacrimazione è particolarmente solubile nell’acqua e volatile. Non la sentirete.

Suggerimenti per la cottura:

  • 6 – 8 min.: in padella o nel wok, deve essere trasparente.
  • 5 min.: al grill

La cipolla si abbina con:

Cruda. Le cipolle rosse o bianche, più dolci e meno piccanti, ma sempre croccanti, accompagnano meravigliosamente tutte le insalate e le altre crudité, ma anche i carpacci di carne o pesce.

Cotta. La cipolla è una star in cucina, sa fare tutto! Può costituire l’elemento principale del piatto: in una zuppa, farcita, con della pissaladière, in gelatina con il foie gras, in gratin o nelle torte. Si abbina ottimamente anche con l’arrosto di maiale, in composta, con le verdure saltate in padella, i ripieni, i piatti cotti a fuoco lento o le torte salate. Profuma le omelette, il pesce, i frutti di mare (cozze, …), senza dimenticare le salse, alle quali conferisce un gusto più intenso grazie al suo sapore lievemente piccante.

Tutti la
mangiano?!

oignons-soupe-bonduelle

Bambini più piccoli

Dall’età di 6 mesi la cipolla può essere usata in piccole quantità (e mescolata) nelle puree di verdure. Si tratta di sviluppare un’educazione al gusto che consentirà al bambino di apprezzare, più avanti negli anni, la zuppa alle cipolle e le sfaccettature multiple di questa sorprendente pianta aromatica.

E tutti gli altri…

La cipolla è un alimento fermentescibile a causa della presenza di una fibra, l’inulina, che può provocare problemi digestivi in alcune persone, in particolare per chi soffre di intestino irritabile. Evitarne o ridurne il consumo ne attenua i sintomi.

Venite a conoscere altri trucchi per fare mangiare le verdure ai bambini

Da dove
proviene?

Origini. I principali paesi coltivatori di cipolle sono Cina, India, Stati Uniti, Iran, Russia, Egitto e Turchia.
Varietà. Il sapore, la forma e le dimensioni delle cipolle variano a seconda del clima e della varietà. Le varietà di più ampio consumo sono:

  • la cipolla spagnola: la più dolce e piuttosto voluminosa, spesso consumata cruda
  • la cipolla rossa: la più zuccherina, spesso consumata cruda
  • la cipolla bianco perla: detta anche “cipolla di Grelot”, è una varietà di piccole dimensioni usata principalmente per i sottaceti o in alcuni piatti da cuocere a fuoco lento.

Esistono anche le cosiddette “cipolle verdi”, il cui bulbo non ha ancora raggiunto la fase di maturazione. Sono vendute fresche con i gambi, soprattutto a mazzi. Sono dette anche “cipolle nuove” o a torto, in Québec, “scalogni”. In cucina, si utilizzano come i cipollotti.