La sue proprietà benefiche
per la salute

Una fonte di proteine, sana ed economica!

I fagioli rossi, come tutti i legumi secchi, sono fra gli alimenti di origine vegetale più ricchi di proteine e nel contempo privi di grassi, contrariamente alle proteine di origine animale. Queste due caratteristiche ne fanno un alleato importante per la salute, in grado di contribuire a un regime alimentare equilibrato, a minor costo!

Un diuretico vegetale naturale

Il fagiolo rosso è ricco di potassio e povero di sodio, caratteristica che gli conferisce naturalmente proprietà diuretiche.

Contiene anche:

  • calcio
  • magnesio

Il fagiolo rosso è anche:

  • fonte di vitamina B9 (rinnovo cellulare, molto interessante per le donne in gravidanza per lo sviluppo del feto e per i bambini in crescita, nonché per le persone convalescenti)
  • fonte di potassio (sistema nervoso, funzionalità muscolare, pressione sanguigna)
  • fonte di ferro (funzione cognitiva, globuli rossi, sistema immunitario, energia, riduzione della stanchezza)
  • fonte di fosforo (energia, salute delle ossa e dei denti, membrane cellulari)
  • fonte di fibre (regolazione del transito intestinale, sazietà)

Qual è il momento
giusto per mangiarlo?

Tutto l’anno.

Il fagiolo rosso è disponibile tutto l’anno, perché si consuma secco e in genere in scatola!

  • gennaio
  • febbraio
  • marzo
  • aprile
  • maggio
  • giugno
  • luglio
  • agosto
  • settembre
  • ottobre
  • novembre
  • dicembre

Orto o
balcone di città?

Il fagiolo rosso è una pianta annuale, che può essere semieretta o rampicante. Ogni baccello contiene da 4 a 12 grani. Il fagiolo rosso predilige terreni leggeri, ricchi, profondi, aerati e ben drenati e un clima caldo e temperato.

Per maggiori informazioni sulla coltivazione del fagiolo rosso, consultate la sezione dedicata esclusivamente ai consigli degli esperti..

Scelta
e conservazione

Per scegliere i fagioli rossi:

  • Optate per i più “freschi”: la reidratazione preliminare alla cottura è più breve e sono più digeribili e dunque meno inclini a provocare flatulenze.

Per conservare i fagioli rossi:

  • Sempre al riparo dalla luce e al fresco, in un contenitore ermetico, per non più di 1 anno. In caso contrario, saranno meno digeribili.

Piccoli trucchi
e consigli pratici

Preparazione del fagiolo rosso…

Come la maggior parte dei legumi secchi, deve essere reidratato nell’acqua fredda per una notte prima della cottura. La cottura varia a seconda delle dimensioni: da 30 minuti a un’ora e mezza, in acqua bollente.

In conserva, potete aggiungerlo direttamente alle vostre preparazioni. Si mangia freddo o leggermente riscaldato.

Il fagiolo rosso si abbina con:

È noto come uno degli ingredienti principali del chili con carne. Questo piatto, così conosciuto a livello internazionale, non è – contrariamente a quanto si crede – una ricetta messicana, ma un piatto tipico del sud degli Stati Uniti, una vera tradizione tex-mex: fagioli rossi, pomodori, carne, cipolle, peperoncino.

I vegetariani lo cucinano senza carne e lo mangiano col pane per equilibrare l’apporto di proteine vegetali fra legumi secchi e cereali.

La ricetta piselli rossi e polpo è un piatto nazionale delle Antille, che consiste in un ragù di fagioli rossi cotto a lungo e a fuoco lento con pomodori e peperoncini, al quale si aggiunge il polpo tagliato a pezzetti.

Infine, il fagiolo rosso può costituire una base interessante per le insalate, ad esempio con scalogno, aglio, pomodori e olive, e una vinaigrette ben saporita (di fatto gli stessi ingredienti del chili, ma freddi!).

Tutti la
mangiano?!

haricot-rouge-chili-bonduelle

Bambini più piccoli

Il fagiolo rosso può essere irritante per l’intestino, difficile da masticare o presentare rischi di deglutizione. È dunque preferibile non offrilo ai più piccoli prima dei 15 mesi di età.

E tutti gli altri…

Per beneficiare al meglio delle proteine delle leguminose, è necessario aggiungere ai fagioli rossi un prodotto cerealicolo o noci e semi. Sono ricchi di lisina (un amminoacido), ma contengono pochissima metionina (un altro amminoacido essenziale). I prodotti cerealicoli (grano, riso, ecc.), le noci e i semi contengono gli amminoacidi essenziali che mancano o sono presenti in scarse quantità nelle leguminose. Si tratta dunque di una combinazione vincente!

Venite a conoscere altri trucchi per fare mangiare le verdure ai bambini

Da dove
proviene?

Origini. I fagioli secchi hanno costituito per millenni, insieme al mais, la base dell’alimentazione dell’intero continente americano, dove continuano a essere molto apprezzati. Il fagiolo rosso è uno dei più consumati al mondo.

I principali paesi produttori di fagioli secchi sono Birmania, India, Brasile, Cina, Stati Uniti, Tanzania e Messico. Circa l’85% dei fagioli secchi sono consumati nei paesi di coltivazione. L’America latina è al primo posto nei consumi per abitante, soprattutto di varietà colorate come il Pinto, il nero e il rosso.