Proprietà benefiche
per la salute

Una verdura leggera da gustare

Con pochissime calorie, i germogli di soia (o di fagiolo mungo) sono invece molto ricchi d’acqua. Se ne possono mangiare a volontà!

I germogli di soia contengono anche:

 

  • vitamina C
  • potassio
  • ferro
  • zinco
  • vitamina B3

 

 

Qual è il momento
giusto per mangiarli?

Tutto l’anno.

I germogli di soia (di fagiolo mungo) si consumano tutto l’anno.

  • gennaio
  • febbraio
  • marzo
  • aprile
  • maggio
  • giugno
  • luglio
  • agosto
  • settembre
  • ottobre
  • novembre
  • dicembre

Orto o balcone
di città?

È molto facile far germinare i germogli di soia (di fagiolo mungo) anche a casa. Sono sufficienti dell’acqua, un barattolo chiuso e dei fagioli mungo (simili a piccole fave verdi).

Lasciate i fagioli mungo immersi nell’acqua tutta la notte, per reidratarli, in un barattolo al riparo dalla luce. In seguito eliminate l’acqua tutte le mattine per lasciare che i germogli si sviluppino durante la giornata e riempite di nuovo il barattolo la sera e così via.

I germogli si svilupperanno in 2 – 3 giorni, passando dal verde al bianco, con una punta di colore giallo (i cotiledoni).

Scelta e
conservazione

Per scegliere i germogli di soia:

  • Devono essere bianchi e brillanti, con la punta di colore giallo vivo.
  • Come segno di freschezza, la punta deve spezzarsi producendo un rumore secco.

Per conservare i germogli di soia:

  • Sempre al riparo dalla luce! Altrimenti i germogli assumono un colore verdognolo.
  • In frigorifero: 1 – 2 giorni nel comparto verdure.

Piccoli trucchi e
consigli pratici

Preparazione dei germogli di soia:

Niente di più semplice! È sufficiente sciacquarli rapidamente. Si consumano sia cotti per qualche minuto, che crudi. La ricetta più diffusa ne prevede la cottura con altre verdure croccanti, nel wok o in padella, per meno di 5 minuti.

Gettate via i germogli che hanno assunto una colorazione marrone: sono ossidati e hanno perduto le loro qualità culinarie e nutrizionali.

I germogli di soia si abbinano con…

Crudi. Aggiunti a carote o peperoni, i germogli di soia si sposano con tutte le crudité per dar vita a insalate fresche e croccanti.

Cotti. Si abbinano alla perfezione con pasta o noodle, in combinazione con verdure tagliate a pezzetti: zucchine, carote, peperoni, melanzane, porri, … Sono irrinunciabili con piatti asiatici come il maiale alla cinese, con arachidi e anacardi, e negli involtini primavera.

Tutti lo
mangiano?!

pousses-soja_309220841

Bambini più piccoli

I bebè possono mangiarli a partire dai 24 mesi di età, per evitare rischi di difficoltà nella deglutizione. I più grandi li apprezzeranno freschi e croccanti.

E tutti gli altri…

I germogli di soia sono fra le verdure più digeribili, insieme alle lenticchie.

Venite a conoscere altri trucchi per fare mangiare le verdure ai bambini

Da dove provengono?
Origini e varietà

Origini. Il fagiolo mungo è originario dell’Asia, in particolare del Giappone.

Varietà. I germogli (o getti) di soia sono prodotti grazie al mungo, un piccolo fagiolo verde.