La lattuga

Le sue proprietà benefiche
per la salute

Un pieno di pro-vitamina A!

Una porzione è sufficiente a coprire la metà del fabbisogno giornaliero di pro-vitamina A o di beta-carotene! Questo si trasforma in vitamina A nell’organismo. La vitamina A è utile per il metabolismo del ferro, la salute della pelle e delle mucose, la vista, il sistema immunitario e la crescita.

La lattuga è anche:

  • fonte di vitamina B9 (rinnovo cellulare, molto interessante per le donne in gravidanza per lo sviluppo del feto e per i bambini in crescita, nonché per le persone convalescenti)
  • fonte di fibre (regolazione del transito intestinale, sazietà)

Contiene anche:

  • vitamina C  
  • potassio
  • manganese
  • ferro
  • magnesio
  • antiossidanti come la luteina e la zeaxantina

Qual è il momento
giusto per mangiarla?

Primavera-estate.

La piena stagione della lattuga va da maggio a settembre.

  • gennaio
  • febbraio
  • marzo
  • aprile
  • maggio
  • giugno
  • luglio
  • agosto
  • settembre
  • ottobre
  • novembre
  • dicembre

Orto o
balcone di città?

La lattuga è una pianta annuale, che predilige terreni ricchi di sostanza organica, freschi e leggeri ed esposizione al sole.

Per maggiori informazioni sulla coltivazione della lattuga, consultate la sezione dedicata esclusivamente ai consigli degli esperti.

Scelta
e conservazione

Per scegliere la lattuga:

  • Le foglie devono essere chiuse, non appassite e prive di macchie.
  • Il torsolo deve essere bianco e umido.

Per conservare la lattuga:

  • Al riparo dalla luce: altrimenti perde rapidamente il suo contenuto di vitamina C e B9.
  • In frigorifero: 3 – 4 giorni nel comparto verdure, in un sacchetto perforato. Conservatela tagliata in un contenitore ermetico per prolungarne la conservazione.
  • Nel congelatore: solamente cotta!

Piccoli trucchi
e consigli pratici

Preparazione della lattuga…

Tagliate innanzitutto il torsolo e liberate la lattuga dalle foglie rovinate. Lavatela rapidamente e all’ultimo momento e, soprattutto, asciugatela bene: la vinaigrette si lega meglio (e ha più sapore) sulle foglie ben asciutte.

Suggerimenti per la cottura:

Ebbene sì, la lattuga si mangia anche cotta ed è deliziosa!

  • 2 – 3 min.: al vapore
  • 5 min.: in casseruola

 

Lo sapevate? La vinaigrette aumenta l’apporto di principi nutritivi della lattuga! Perché? Perché i carotenoidi, fra cui il beta-carotene, sono assorbiti meglio dall’organismo consumando contemporaneamente una piccola quantità di grassi. Meglio ancora se scegliete con attenzione l’olio: soia, noce e colza apportano, ad esempio, acido alfa-linoleico, un prezioso acido grasso omega-3.

La lattuga si abbina con…

Cruda. Il solo limite è la vostra immaginazione! Infatti la lattuga può essere gustata semplicemente con una vinaigrette ed erbe aromatiche… Ma si abbina anche a meraviglia con molti altri ingredienti: prosciutto, frutti di mare, formaggio di capra caldo, camembert, pomodori, carote, bietola rossa, mais, avocado, mela, frutta secca…

Cotta. Con pisellini e carote, a contorno dell’agnello o in zuppa, con altri ortaggi (porri, broccoli, spinaci, zucchine…).

Un abbinamento ottimale: bistecca e insalata. Il ferro del manzo è associato alla vitamina B9 (acido folico) dell’insalata, due sostanze indispensabili per i globuli rossi. Grazie alle sue fibre, l’insalata rende la carne perfettamente digeribile.

Tutti la
mangiano?!

laitue-salade-bonduelle

Bambini più piccoli

Difficile da masticare, l’insalata non deve essere offerta al bebè prima dei 12 mesi di età. Inizialmente va somministrata preferibilmente cotta, ad esempio nelle minestre.

E tutti gli altri…

A prescindere da gusti e preferenze personali, ci sarà sempre una ricetta a base di lattuga per chiunque intenda gustarla!

Venite a conoscere altri trucchi per fare mangiare le verdure ai bambini

Da dove
proviene?

Origini. La Cina è il primo produttore mondiale di lattuga, seguito da Stati Uniti, India ed Europa. I tre primi produttori europei di insalate sono Spagna, Italia e Francia.

Varietà. Il genere Lactuca comprende più di 100 specie. Tuttavia, le principali varietà di lattuga coltivate sono cinque:

  • Le lattughe a cappuccio sono le più consumate e hanno un cuore bianco denso di forma tondeggiante.
  • Le lattughe Batavia, simili alla varietà a cappuccio, se ne differenziano per le foglie più spesse e la buona resistenza alla siccità.
  • Le lattughe “foglia di quercia”, dalle foglie particolarmente tenere, o “Lollo rossa”, con foglie ricce e colorate.
  • Le lattughe romane hanno foglie allungate con coste larghe e curve.
  • Le lattughe asparago o lattughe sedano, dette anche “cinesi” sono consumate soprattutto in Oriente. I loro gambi si mangiano crudi o cotti, mentre le foglie si consumano cotte. Questa varietà di lattughe ha un ricco sapore di sedano e asparago.