Proprietà benefiche
per la salute

Una buona fonte di energia

Il platano contiene glucidi complessi che apportano energia per un periodo di tempo prolungato. Per beneficiarne, però, è necessario mangiarlo cotto, perché ha un notevole tenore di amido non digeribile (come le fibre).

Il platano è anche:

  • fonte di potassio (sistema nervoso, funzionalità muscolare, pressione sanguigna)

Contiene anche:

 

  • vitamina C
  • vitamina B6
  • vitamina B9
  • magnesio

 

 

Qual è il momento
giusto per mangiarlo?

Tutto l’anno.

Il platano è disponibile tutto l’anno.

  • gennaio
  • febbraio
  • marzo
  • aprile
  • maggio
  • giugno
  • luglio
  • agosto
  • settembre
  • ottobre
  • novembre
  • dicembre

Scelta e
conservazione

Per scegliere il platano:

  • Deve essere sodo al tatto e privo di macchie.
  • Sceglietelo preferibilmente appena maturo.

Per conservare il platano:

  • Può essere conservato da 7 a 10 giorni a temperatura ambiente.
  • Se è molto maturo va tenuto in frigorifero.
  • Sbucciato e confezionato singolarmente può essere anche congelato.

Piccoli trucchi e
consigli pratici

Preparazione del platano…

Contrariamente alla banana gialla, il platano non si mangia mai crudo. Come la banana, tuttavia, è sufficiente sbucciarlo… per cuocerlo in acqua o fritto. La sua buccia può essere conservata e cotta al forno (come le melanzane).

Consumato come un ortaggio, il platano si mangia più spesso cotto, salato o dolce. Se cucinato prima della completa maturazione è più sodo, meno dolciastro e con una texture simile a quella dei tuberi.

Il platano si abbina con…

È utilizzato come verdura di contorno per i piatti di carne, pollo e pesce. Si abbina molto bene con curry, ragù, salse piccanti e formaggio fuso. È indicatissimo per piatti a base di riso e delizioso con latte di cocco, in versione dolce o salata.

In vari piatti tradizionali viene servito fritto (allokos, in Africa).

Con il suo sapore più simile alla patata dolce che alla banana, è possibile prepararlo e servirlo proprio come una patata: cotto al forno, saltato, in purea, come frittelle, ecc.

Tutti lo
mangiano?!

banane-plantain-viande-bonduelle

Bambini più piccoli

I più piccoli possono iniziare a gustarlo a partire dagli 8 mesi, in purea, saltato o al forno.

E tutti gli altri…

Il suo sapore, meno dolce della banana, può sorprendere chi non vi è abituato, ma la sua texture morbida ne fa un ortaggio facile e piacevole da gustare per tutti.

Venite a conoscere altri trucchi per fare mangiare le verdure ai bambini

Da dove proviene?
Origini e varietà

Origini. I principali produttori di platani sono alcuni paesi dell’America Latina e dell’Asia, nonché dell’Africa.

Il platano è infatti un alimento di base in Africa, nelle Antille e nel Sud America. È molto consumato anche in Canada.

Banana e banana platano: quali differenze?

Possono essere considerate cugine. La banana platano è in genere più grossa e lunga della tradizionale banana gialla. Ha buccia verde e più spessa, polpa soda, meno dolce e più ricca di amido, il che le conferisce una buona tenuta alla cottura. La banana platano, soprattutto, è usata come ortaggio, contrariamente alla banana. Negli Stati Uniti e in Africa la si chiama semplicemente “platano”, senza riferimento alla banana. Non è dunque possibile confonderle.