Le sue proprietà benefiche
per la salute

Viva le cime di rapa!

Le cime di rapa sono una buona fonte di pro-vitamina A e di vitamina B9, molto importanti durante la gravidanza. Sono inoltre una buona fonte di vitamine C ed E e profumano zuppe e vellutate.

La rapa è anche:

  • fonte di potassio (sistema nervoso, funzionalità muscolare, pressione sanguigna)
  • fonte di vitamina C (sistema immunitario, formazione di collagene, energia, sistema nervoso, anti-stanchezza, assorbimento del ferro)

Contiene anche:

  • fibre
  • pro-vitamina A o beta-carotene  
  • glucosinolati, sostanze con proprietà antitumorali

Qual è il momento
giusto per mangiarla?

Autunno, inverno, primavera

La sua stagione va da ottobre a maggio. Si possono comunque trovare tutto l’anno.

  • gennaio
  • febbraio
  • marzo
  • aprile
  • maggio
  • giugno
  • luglio
  • agosto
  • settembre
  • ottobre
  • novembre
  • dicembre

Orto o
balcone di città?

La rapa è una pianta annuale che predilige un terreno ricco di sostanza organica, fresco e un’esposizione al sole. Per condizioni di crescita ottimali, la rapa predilige un clima temperato, mite e umido.

Per maggiori informazioni sulla coltivazione della rapa, consultate la sezione dedicata esclusivamente ai consigli degli esperti.

Scelta
e conservazione

Per scegliere la rapa:

  • I colori della rapa (bianco e rosa) devono essere brillanti e senza macchie
  • È consigliabile preferire le rape piccole, meno dure e più saporite.
  • La rapa ha un odore caratteristico, senza essere troppo piccante.
  • Una rapa fresca ha cime vigorose e di colore verde intenso.

Per conservare la rapa:

  • Consumatene rapidamente le foglie, se intendete conservare le rape, perché sono molto delicate.
  • In frigorifero: nel comparto verdure, 4 – 5 giorni le rape e 1 – 2 giorni le cime.

Piccoli trucchi
e consigli pratici

Preparazione della rapa…

La prima cosa da fare è eliminare i filamenti delle radici e la base delle foglie. In seguito, la rapa si pela normalmente, tranne se è nuova.

Suggerimenti per la cottura:

  • 5 min.: per scottarla
  • 25 min.: cottura in acqua
  • 10 min.: pentola a pressione o micro-onde
  • 10 min.: in padella o wok
  • 30 min.: al forno

La rapa si abbina con…

Cruda. La rapa grattugiata può accompagnare numerose crudité nelle insalate (lattuga, piselli, indivia, barbabietola, …). Il gusto particolarmente delicato della rapa primaverile si adatta meglio a preparazioni crude della rapa invernale, di gusto più forte.

Cotta. È l’ortaggio dei pot-au-feu e dei piatti cotti a fuoco lento (carote, pastinaca, champignon, …) e dello stufato di agnello. Si sposa molto bene anche con carne di maiale e salmone, frutta secca, pollame e formaggio. Inoltre, conferisce un sapore sorprendente a couscous e tajine.

Si prepara ottimamente anche in crema e nelle vellutate, in purea con patate e anche…nelle frittelle!

Lo sapevate? Chi potrebbe immaginare che la rapa è così ricca di vitamina C? Così si spiega l’interesse per le piccole rape appena cotte, ancora croccanti. Spesso unite alle carote, questo abbinamento assicura un apporto eccellente di vitamina C e pro-vitamina A.

Tutti la
mangiano?!

navet-poeler-bonduelle

Bambini più piccoli

I più piccoli possono mangiarla dai 12 mesi di età. Il suo gusto amarognolo può essere attenuato lievemente aggiungendo poco zucchero durante la cottura. Oppure delle patate, se si prepara una purea.

E tutti gli altri…

Per chi soffre della sindrome dellintestino irritabile il consumo di rapa può provocare problemi digestivi. Trattandosi di sintomi lievi, o in fase di remissione, è comunque possibile reinserire nell’alimentazione la rapa, progressivamente, per beneficiare delle sue virtù.

Venite a conoscere altri trucchi per fare mangiare le verdure ai bambini

Da dove
proviene?

Origini. Originaria dell’Europa (Regno Unito, Francia, Italia e Irlanda), la rapa è un ortaggio molto antico, coltivato ben prima dell’introduzione della patata. Faceva parte delle verdure a più ampio consumo quotidiano. Anche se, in Europa, il suo uso si è ridotto, la rapa è comunque coltivata.

Varietà. La sua radice carnosa ha un colore diverso a seconda delle varietà: bianco, rosa, salmone, …  Della rapa si contano oltre 30 varietà, fra cui la più nota, la rapa di Milano, tonda e appiattita, riconoscibile per il colore bianco e il colletto viola. La Nancy e la Norfolk sono ben tonde, mentre quella di Nantes e la Croissy hanno forma allungata e sono bianche. La rapa “gialla pomo d’oro” è molto rara: la sua polpa è gialla, tenera, fine e lievemente dolciastra.

La rapa autunnale è discretamente coltivata nei paesi nordici, mentre la varietà precoce (detta a volte “rapa di maggio”) è oggi la più diffusa.

Da non confondere con… la rutabaga, incrocio fra cavolo e rapa che si differenzia per il colore sistematicamente giallo della sua polpa e quello più beige della sua buccia.