Le sue proprietà benefiche
per la salute

Risveglia gli intestini pigri!

Il sedano da coste ha pochissime calorie e può essere gustato a volontà; inoltre è uno degli ortaggi più ricchi di fibre. E’ dunque ideale da consumare in caso di costipazione passeggera o problemi di transito! La sua ricchezza di fibre ha anche un altro vantaggio: favorisce la sazietà. Questa caratteristica ne fa un alleato nella preparazione di menu leggeri ed equilibrati.

Il sedano da coste è anche:

  • fonte di vitamina B9 (rinnovo cellulare, molto interessante per le donne in gravidanza per lo sviluppo del feto e per i bambini in crescita, nonché per i convalescenti).
  • fonte di pro-vitamina A o beta-carotene (protezione della pelle dai raggi UV e dei tessuti dallo stress ossidativo) se consumato crudo!

Qual è il momento giusto
per mangiarla?

Tutto l’anno.

LIl sedano da coste è disponibile tutto l’anno, ma è di stagione nei mesi da luglio a gennaio.

  • gennaio
  • febbraio
  • marzo
  • aprile
  • maggio
  • giugno
  • luglio
  • agosto
  • settembre
  • ottobre
  • novembre
  • dicembre

Orto o
balcone di città?

Il sedano da coste è una pianta biannuale, che, per una crescita ottimale, necessita di terreno fresco, leggero e ricco di sostanza organica e di esposizione al sole o a mezz’ombra.

Per maggiori informazioni sulla coltivazione del sedano da coste, consultare la sezione dedicata esclusivamente ai consigli degli esperti.

Scelta
e conservazione

Per scegliere il sedano da coste:

  • Palpare le coste: devono essere perfettamente chiuse, carnose e croccanti.
  • Se è fresco, le sue foglie sono.

Per conservare il sedano da coste:

  • Il sedano ha un profumo forte e che può interferire con gli altri alimenti. Ecco perché è consigliabile conservarlo in una busta di plastica o in un contenitore ermetico, nel comparto verdure del frigorifero.
  • Nel congelatore: tagliatelo a pezzi e lessatelo per qualche minuto. Inseritelo in un sacchetto ermetico da freezer e conservatelo per non più di 6 mesi.

Piccoli trucchi
e consigli pratici

Preparazione del sedano da coste…

Il sedano da coste è un ortaggio di facile preparazione: basta staccare le coste una a una, rimuovere le foglie e lavarle in acqua pulita. In seguito, si può tagliare secondo necessità.

Consigli per eliminare i filamenti delle coste.Quando lo si taglia, con un pelapatate, tirare via i filamenti. La sua degustazione risulterà più gradevole.

Suggerimenti per la cottura:

  • 10 min: pentola a pressione, acqua bollente, micro-onde
  • 20 min: al forno

Il sedano da coste si abbina con…

L’interesse culinario del sedano non si limita alla zuppa o all’insaporimento dei piatti. E’ anche un eccellente ortaggio da contorni, che si abbina ottimamente al formaggio di capra fresco o a una salsa a base di yogurt per l’aperitivo, o alle cozze, e si consuma nel gazpacho con pomodori o cetrioli.

Si pensi anche al gratin, alle ricette in umido con la carne e al sedano bianco brasato al forno.

Un trucco anti-sprechi Non gettate le foglie del sedano! Profumano deliziosamente brodi, zuppe, ragù e altri piatti cotti a fuoco lento, riducendo l’uso di sale. Tagliatele sottili e aggiungetele alle insalate. Con mano leggera, però: il loro sapore è molto marcato.

Tutti
la mangiano?!

celeri-branche-smoothie-bonduelle

Bambini più piccoli

Il sedano può essere consumato a partire dai 6 mesi di età. Rimossi i filamenti, può essere offerto crudo, da sgranocchiare, o sotto forma di purè, con un altro ortaggio, per smorzarne il sapore deciso.

E tutti gli altri

Il sedano è uno dei rari ortaggi che provocano reazioni allergiche in alcuni adulti. Ecco perché la sua presenza deve essere sempre riportata nell’etichetta degli alimenti che lo contengono. In caso di allergia, chiedere consiglio a un medico specialista.

Venite a conoscere altri trucchi per fare mangiare le verdure ai bambini.

Da dove
proviene?

Origine: La produzione proviene principalmente dall’Europa: Spagna, Belgio e Francia.

Varietà: Il sedano da coste (o sedano a coste) è distinto dal sedano da taglio. Del primo (Apium graveolens  dulce Millière) si consumano le foglie e i piccioli fogliari (coste), molto sviluppate, in insalata o come verdura. Il “sedano da taglio” (Apium graveolens secalinum) va tagliato finemente per i condimenti.

Le nostre ricette
preferite

Insalata di sedano all’aglio

Sedano ripieno

Venite a scoprire tutte le ricette della Louis Bonduelle Foundation>>