Le sue proprietà benefiche
per la salute

La castagna: energia senza glutine!

La castagna contiene pochi grassi e molti glucidi. Rappresenta dunque uno spuntino energetico di ottima scelta e, grazie alla sua farina, offre un’interessante alternativa senza glutine alle farine tradizionali per i soggetti celiaci.

La castagna è anche:

  • fonte di vitamina B9 (rinnovo cellulare, molto interessante per le donne in gravidanza per lo sviluppo del feto e per i bambini in fase di crescita, nonché per i convalescenti).
  • fonte di magnesio (riduzione di stanchezza e contrazioni muscolari, sintesi delle proteine, salute di ossa e denti).
  • fonte di potassio (sistema nervoso, funzionalità muscolare, pressione sanguigna).

Contiene anche:

  • vitamina B1
  • una buona dose di fibre
  • manganese
  • rame in proporzioni interessanti

Qual è il momento giusto
per mangiarla?

L’autunno.

La stagione della castagna va da metà settembre alla fine del mese di novembre.

  • gennaio
  • febbraio
  • marzo
  • aprile
  • maggio
  • giugno
  • luglio
  • agosto
  • settembre
  • ottobre
  • novembre
  • dicembre

Orto o
balcone di città?

Pour une croissance optimale, le châtaignier apprécie les emplacements au soleil ou à mi-ombre dans un sol profond et bien drainé, et sur un terrain légèrement acide. Plus de conseils de culture.

Scelta
e conservazione

Per scegliere le castagne:

Il frutto deve essere sempre brillante e turgido, senza tagli o buchi.

Trucco per sapere se il frutto è sano. Immergete le castagne nell’acqua prima di cuocerle! Scartate quelle che rimangono sulla superficie; potrebbero essere vuote. I frutti sani, più densi, non galleggiano.

Per conservare le castagne:

  • In frigorifero: per non più di 7 – 8 giorni al fresco, nel comparto verdure, mai a temperatura ambiente! La castagna teme calore e umidità.
  • Congelatore: dopo essere stata sbucciata e cotta. La castagna congelata è ideale per le caldarroste.

Piccoli trucchi
e consigli pratici

Preparazione della castagna…

E’ necessario sbucciarla due volte! La castagna è un frutto da conquistare… Se, com’è ovvio, bisogna eliminarne la scorza, è necessario anche rimuovere la sua sottile pellicina interna (“sansa”), che è amara.

Con un coltello bene affilato, incidere a fondo la parte bombata della buccia, fino a raggiungere la pellicina interna; lessare in seguito per 3 – 5 minuti.

Trucco per rimuovere la buccia delle castagne. Aggiungere un cucchiaio da minestra d’olio all’acqua per ammorbidire la buccia e facilitarne la rimozione.

Suggerimenti per la cottura:

  • 20 min.: in padella, al barbecue o al forno
  • 15 min.: in acqua
  • 10 min.: al micro-onde

Trucco per rimuovere la pelle interna delle castagne. Togliere la buccia e mettere le castagne per 1 minuto nel micro-onde a massima potenza. Fare rotolare le castagne fra le mani (senza bruciarsi):  togliere la pelle interna è più facile!

E’ necessario praticare un’incisione anche prima di cuocere la castagna in padella, a forno o al barbecue, per evitare che scoppi. Una volta cotte, si aprono facilmente.

La castagna si abbina con…

La castagna si presta alla preparazione di piatti sia salati che dolci. In particolare, è una dei protagonisti dei cenoni di fine anno. Si abbina perfettamente con il pollame (pollo, tacchino…) e la selvaggina, il foie gras, le carni essiccate, i formaggi stagionati o di capra, il pesce, la crema, la vaniglia, il cioccolato, la mela, la zucchina, la zucca o gli champignons, con i quali è particolarmente indicata.

Una buona idea in cucina... Le caldarroste sono meravigliose per l’aperitivo. Con il giusto grado di sale, apportano meno calorie (da 4 a 5 volte) delle arachidi e lipidi e sale fino a 10 volte di meno. Inoltre, sono molto originali!

Tutti
la mangiano?!

chataigne-griller-bonduelle

Bambini più piccoli

La castagna è un alimento che non dovrebbe essere somministrato ai lattanti di età inferiore a 12 mesi. Non contiene glutine ed può essere gustata sotto forma di purè o crema con yogurt o formaggio fresco.

E tutti gli altri…

La castagna è ricca di glucidi complessi (amido), potassio e magnesio e dunque è particolarmente interessante per gli sportivi e le persone attive. Inoltre, ha un’eccellente capacità saziante, che la rende lo spuntino ideale prima di fare movimento!

Venite a conoscere altri trucchi per fare mangiare le verdure ai bambini.

Da dove
proviene?

Origine: La Cina è il primo produttore mondiale, seguita dall’Europa (Turchia, Italia, Grecia e Francia). I Greci ne sono i primi consumatori al mondo.

Varietà: Esistono numerose varietà di castagne (Dorata di Lione, Herria, Vignols, Napoli, Torino… ), che si distinguono generalmente per la regione di origine, il sapore, il colore e le dimensioni.

 

Le nostre ricette
preferite

Castagne lesse

Zuppa di castagne e gamberetti

Venite a scoprire tutte le ricette della Louis Bonduelle Foundation>>